calcio resana

 

CODICE ETICO

Il Codice Etico del RESANA CSM 2010 ASD reca norme sostanziali e comportamentali che dovranno essere rispettate da tutti coloro che operano, sia su base volontaristica che professionistica, in seno alla Società nell’ambito delle rispettive competenze ed in relazione alla posizione ricoperta.

L’attività calcistica giovanile viene regolata tenendo presente in maniera prioritaria quanto riportato dalla “Carta dei diritti dei bambini” (New York – Convenzione sui Diritti del Fanciullo del 20/11/1989) e dalla “Carta dei diritti dei ragazzi allo Sport” (Ginevra 1992 – Commissione Tempo Libero O.N.U.).

Questo Codice Etico rappresenta il nostro impegno per stabilire regole chiare di comportamento nella ricerca di valori positivi nello sport giovanile. Riteniamo inoltre che anche le altre parti interessate nella formazione e nella preparazione dell’atleta, in altre parole la famiglia, i dirigenti, gli allenatori e i giudici di gara debbano in qualche modo far parte e sottostare a questo codice.

CODICE ETICO DELL’ATLETA

* Frequentare gli allenamenti con costanza e assiduità, rispettando gli orari e impegnandosi in campo;

* Praticare il calcio con passione e buona volontà, non dimenticando mai che lo sport è innanzitutto uno sport;

* Rispettare le norme della FIGC e accettare le decisioni dell’allenatore e dei giudici di gara anche quando queste non sembrano condivisibili;

* Saper vincere senza presunzione e saper perdere senza eccessiva amarezza. Adottare un comportamento adeguato all’etica sportiva sia in caso di vittoria che di sconfitta;

* Avere cura della divisa sociale, nonché delle attrezzature sportive di cui si fa uso;

* Rispettare l’avversario;

* Dare il massimo delle proprie possibilità nell’intento di favorire il successo della società;

* Ricordarsi che non si gareggia solo per se stessi, ma che in gara si rappresentano anche i propri compagni di squadra;

* Comportarsi in maniera dignitosa prima, durante e dopo la gara;

* Adottare un linguaggio rispettoso nei confronti del pubblico, dei compagni, dei dirigenti e dei direttori di gara;

CODICE ETICO DEL GENITORE

* Aiutare i propri figli a capire le giuste motivazioni per praticare il calcio;

* Essere di esempio con un comportamento corretto in ogni situazione;

* Non fare carico sui figli delle proprie ambizioni;

* Non criticare l’allenatore o i dirigenti della società alla presenza dei figli;

* Riconoscere, oltre alle performance dei propri figli, anche quelle degli altri;

* Non fare da secondo allenatore dal bordo del campo: al proprio figlio un allenatore può bastare;

* Accettare le decisioni dell’allenatore e dei giudici di gara, anche quando queste non sembrano condivisibili;

CODICE ETICO DELL’ALLENATORE

* Non esistono solo i campioni;

* E’ la massa che fa crescere uno sport;

* Quando incontri dei campioni, insegnagli anche l’umiltà;

* La lealtà (Fair Play) è fondamentale;

* Controllare che gli atleti non facciano uso di sostanze non ammesse (doping);

* Facilitare la socializzazione e la coesione fra gli atleti fornendo loro occasioni di maggiore conoscenza, comprensione e apprezzamento anche fra ragazzi di diverse origini culturali;

* Garantire che la propria qualificazione sia adatta ai bisogni degli atleti in funzione dei diversi livelli d’impegno sportivo;

* Evitare di suscitare nell’atleta attese sproporzionate alle sue possibilità;

* Evitare di trattare gli atleti semplicemente come piccoli adulti, essere cosciente sia delle trasformazioni fisiche e psicologiche, implicate nella maturazione giovanile sia dell’influenza di questi cambiamenti sulla prestazione sportiva;

CODICE ETICO DEI DIRIGENTI DELLA SOCIETA’

* Mantenere e sviluppare un rapporto di fiducia con tutti gli elementi della Società RESANA CSM 2010 ASD, genitori, atleti e mondo esterno (federazioni sportive, fornitori, partner, istituzioni);

* Verificare che il Codice Etico sia attuato da tutti i tesserati della società;

* Essere da esempio per l’applicazione quotidiana dell’etica sportiva;

* Verificare che non si presentino problemi concernenti ogni specie di discriminazione in base all’età, al sesso, allo stato di salute, alla razza, alla nazionalità, alle opinioni politiche e alle credenze religiose;

* Essere contrari a qualsiasi forma di discriminazione sociale, razzismo, xenofobia e violenza;

* Rispettare i regolamenti F.I.G.C. e vietare che i collaboratori della società RESANA CSM 2010 ASD    mettano in atto azioni che vanno a intaccare l’etica sportiva, l’educazione e il rispetto per gli altri;

RESANA CSM 2010 ASD